Prestito-economico.it

PRESTITI AUTONOMI SEGNALATI

I prestiti per autonomi segnalati aiutano tutti coloro che risultano iscritti ai registri delle Banche Dati. Come talvolta può accadere, il pagamento ritardato di una rata, o l'aver omesso o sospeso i rimborsi di qualche finanziamento acceso, può far incappare in disguidi spiacevoli o addirittura nella negazione di un nuovo prestito da parte di qualsiasi istituto di credito.

- Come risolvere quindi il problema dei prestiti ad autonomi segnalati?

Il mondo dei prestiti e finanziamenti suggerisce una tipologia di prestiti anche per autonomi segnalati, per poter "tamponare" le loro esigenze fintanto che la registrazione in banca dati vada a regolarizzarsi e, come conseguenza, decadere. Bisogna sapere che erogare prestiti a protestati fino qualche tempo fa era impossibile finchè esisteva la registrazione. I prestiti protestati restano segnalati a tutt'oggi fino a 5 anni dalla data del mancato pagamento, salvo previa cancellazione nel caso il debito oggetto del protesto venga saldato per intero. Nei tempi scorsi, quando gli istituti di credito andavano a verificare la posizione del cliente e trovavano iscritti nel registro dei prestiti protestati, la richiesta del nuovo finanziamento veniva negata immediatamente. Oggi, fortunatamente, le finanziarie e le banche hanno aperto le possibilità di prestito a protestati e cattivi pagatori.

www.prestitionline.it

- Come si possono ottenere i prestiti per autonomi segnalati?

Per usufruire dei prestiti, gli autonomi segnalati dovranno essere lavoratori dipendenti sia privati che pubblici, e solo dimostrando di avere una dipendenza a tempo indeterminato lavorativa, avranno l'opportunità di vedersi concedere il prestito. Tutto questo perchè una fonte di reddito fisso come garanzia, fa sì che la banca o finanziaria possa rivalersi della modalità della cessione del quinto per la restituzione del capitale e non vada a badare ai prestiti protestati già segnalati in centrale rischi. Si tratta di un meccanismo nel quale la rata viene addebitata sullo stipendio e sottratta da esso. Con simile procedimento, per accedere ai prestiti dedicati a protestati, si ricorre anche al prestito con delega, dove è necessario il consenso del datore di lavoro, che in un certo senso si prende la responsabilità di pagare direttamente, sempre e comunque, la rata mensile almeno finchè c'è uno stipendio su cui addebitarla. Un'ulteriore opportunità è il prestito cambializzato, facendo, come intuibile, uso delle cambiali per la restituzione del denaro erogato, con interessi piuttosto elevati. Va detto che è proprio quando il prestito a cambiali non viene rispettato nell'ammortamento che tale prestito diviene un prestito protestato. Quando il richiedente del finanziamento presenta a garanzia una busta paga, si può dire che venga meno la necessità, da parte degli istituti di credito, di fare ricerche informative sullo stato economico del cliente e sulla sua affidabilità finanziaria. In questi modi i lavoratori dipendenti potranno accedere facilmente ai prestiti.

- Quali categorie non potranno ottenere prestiti se autonomi segnalati?

Coloro che hanno segnalazioni di prestiti protestati in centrale rischi e rientrino in categorie senza busta paga, come autonomi, liberi professionisti, lavoratori a nero e soggetti sprovvisti di stipendio fisso certificato, difficilmente riusciranno ad avere un prestito per protestati. L'unica soluzione possibile è trovare un terzo garante, oppure fare un'ipoteca su immobile. Molte sono le opportunità per poter valutare dei preventivi online, infatti anche in rete si possono trovare istituti bancari o finanziarie che offrono proposte di prestiti anche per pignorati oltre che prestiti personali online per protestati in modo vantaggioso.

Prestiti autonomi segnalati aggiornato il 29 Marzo 2017

300x250 Image Banner 300 x 250

Vai alla home:Prestito Economico

prestiti autonomi segnalati